advert 1
advert 2
advert 3

Trasmuda® è - scheda di sintesi

TRASMUDA® è una Metodologia per il benessere psicofisico, l'evoluzione esistenziale e spirituale e la riabilitazione che si colloca nell'ambito della Danzaterapia e si definisce per l'orientamento eziologico e di cura BIO-PSICO-SPIRITUALE.
 

Essa si basa sulle premesse teoriche della medicina olistica, della PNEI (psiconeuroendocrinoimmunologia) e della psicologia psicodinamica e transpersonale, sul sistema di lettura dei chakra e sulla consapevolezza dei processi energetici che si sviluppano con la Danza (Danzaterapia), la musica e le arti a livello organico, emotivo psichico, energetico e spirituale.
Trasmuda® è una metodologia che utilizza principalmente l'esperienza corporea (danzaterapia), integrata alle altre arti, ai mudra e alla meditazione e alle esperienze in stato differenziato di coscienza, che permettono a chi la pratica di attivare e riequilibrare tutto il sistema energetico dei chakra corporei e extracorporei.
Attraverso queste esperienze l’allievo può:

  • riconoscere il proprio corpo fisico e spirituale e abitarlo, restituendogli la sua naturale funzione di dimora sicura e strumento evolutivo dell'anima;
     
  • collegare la dimensione fisiologica del sistema nervoso alla dimensione spirituale, "trascrivendo" energeticamente il sistema nervoso nella rete energetica dei corpi sottili;
     
  • collegare le forze istintuali alla dimensione spirituale riattivando l’antica e naturale pulsazione energetica trascendente <---> primordiale
     
  • ritrovare la forza originaria degli istinti primari radicando le pulsioni in gesti vissuti e consapevoli;
     
  • sentire, comprendere, esprimere le proprie emozioni e riconoscere le dinamiche presenti o passate da cui scaturiscono comportamenti che generano infelicità;
     
  • aumentare la coscienza di se sperimentando la propria luce e la propria ombra verso l'integrazione su un piano di consapevolezza più alto;
     
  • rimuovere i blocchi energetici e emozionali attraverso danze di trasformazione energetica e momenti di insight;
     
  • riportare armonia ed equilibrio su tutti i piani: organico, fisiologico, emozionale e vibrazionale per consentire il benessere e la piena ed autentica espressione e realizzazione di sé, in questa esistenza;
     
  • riconoscere la direzione del proprio cammino, rinforzare la fiducia nel proprio sentire e aprirsi alla connessione con il disegno universale;
     
  • ampliare o aprire nuovi canali di percezione che consentano una visione più ampia, fino ai piani sottili del non tangibile;
     
  • incontrare spontaneamente attraverso il vissuto esperienziale momenti importanti del cammino svolto nelle vite precedenti, integrarlo al presente e rinforzarne la consapevolezza e l'evoluzione;
     
  • riportare ogni elemento di crescita in un miglioramento della propria capacità di condivisione e scambio relazionale, centrandosi sempre nel cuore perche ogni passo sia sostenuto dall'amore per se, per l'altro e per la vita in se stessa 

TRASMUDA® si può applicare (ed è già stata sperimentata) in vari ambiti:

  • Con i bambini: prevenzione del disagio psicologico/relazionale e disturbi psicosomatici.
     
  • Con gli adulti e gli anziani: disturbi psicosomatici, disagio psicologico (problemi relazionali, sessuali, astenia, depressione, ciclotimia, disturbi dell’alimentazione) e esistenziali (insoddisfazione e disorientamento, cambiamenti difficili).
     
  • Nella riabilitazione : in psichiatria e neuropsichiatria, (sindrome di Down, ritardo mentale, psicosi da innesto), nei disturbi neuromotori (Parkinson) e nelle demenze senili (Alzheimer). L’utilizzo di questo metodo in riabilitazione ha mostrato la sua efficacia in tutti gli ambiti, creando anche nell’utente un livello di coinvolgimento notevole in grado di aumentare la "motivazione alla cura".
     
  • Nella Formazione e aggiornamento Operatori: Trasmuda® è già stata utilizzata con gli educatori, operatori sociosanitari, psicologi, psicomotricisti e fisioterapisti e in ambiti aziendali. Essa si è rivelata efficace nel dare agli operatori nuovi strumenti di "incontro" col paziente, strumenti che ciascuna figura professionale ha potuto inserire nel proprio quotidiano lavoro; nell’offrire una nuova visione del malato e della malattia; nel miglioramento delle relazioni fra operatori; e infine nel superamento, attraverso tanti nuovi stimoli, di fasi di stanchezza o born -out.




© 2010 tutti i diritti riservati


Ultimo aggiornamento Martedì 24 Aprile 2012 09:40