advert 1
advert 2
advert 3

Trasmuda® test

Test sperimentale di valutazione del miglioramento nel tempo delle principali qualità motorie e della loro proiezione psicologica, esistenziale e energetica, attraverso l’applicazione del Metodo Trasmuda®.
Questo test valuta anche il miglioramento globale della qualità della vita dei pazienti, poichè il miglioramento delle qualità motorie con il metodo Trasmuda® viene stimolato attraverso gli stati interni che gli corrispondono e si estende quindi anche all’area psicologica, esistenziale e spirituale del paziente.
Creato dalla Dott.ssa Valeria Salsi e dalla Dott.ssa Renata Righetti
 

Con Trasmuda® il paziente inserito nel gruppo viene accolto, nutrito e stimolato con musiche, movimenti e altre proposte scelte con consapevolezza precisa rispetto a ciò che producono nel coinvolgimento fisico, emotivo, energetico e esistenziale, ovvero bio/psico/spirituale.
Le 7 ghiandole endocrine che compongono uno dei nostri tre principali sistemi di autoregolazione organica interna, sono collegate ai 7 chakra fisici principali cioè al nostro sistema energetico: i chakra, antico metodo di lettura della salute e dell’evoluzione umana. I chakra rappresentano il tramite di interazione fra psiche e corpo fisico molecolare (Paolo Lissoni "Teologia delle Scienza" Edizioni Natur, pag. 19)
Nel metodo Trasmuda® la qualità dell’energia che viene stimolata nel paziente non è casuale, nè identificata solo attraverso l’emozione, ma è collocata con precisione in riferimento a uno di questi 7 centri energetici (chakra) e conseguentemente agli stati Bio/Psico/spirituali che si possono leggere anche nella chimica del corpo. Nulla è puramente psichico, nè nulla è puramente chimico (dott. Paolo Lissoni - oncologo), e Trasmuda® aggiunge che nulla nel movimento è puramente meccanico quando è sentito, bensì tutto è psicochimico, dal momento che ogni cambiamento nelle emozioni o nella coscienza induce una variazione nella chimica del corpo dell’uomo e dall’altra parte ogni variazione chimica modifica lo stato emozionale e di coscienza. (Paolo Lissoni Ididem pag. 25)
L’utilizzo degli stati di coscienza diversi che, in un gruppo di riabilitazione o di benessere con Trasmuda® possono andare dallo stato lucido ordinario a un primo livello di interiorizzazione fino a stati differenziati che si collegano con la dimensione spirituale, permette agli stimoli di raggiungere il paziente indipendentemente dal grado di efficienza di tipo cognitivo, mnemonico, attentivo e perfino motorio.
Le recentissime ricerche sui neuroni specchio (Giacomo Rizzolatti e Corrado Sinigaglia "So quel che fai" Il cervello che agisce e i neuroni specchio Ed. CORTINA) ci invitano a considerare la possibilità di attivare nel paziente con scarse capacità motorie,gli stessi effetti di una danza pienamente agita, attraverso l’utilizzo della dimensione immaginativa interiore totalmente partecipata che si approfondisce con Trasmuda®, nei diversi stati di coscienza.
Con Trasmuda® si arriva a sentire che una mano, un dito, possono trasportare nella danza l’intero essere nella sua unità bio/psico/spirituale agendo quindi efficacemente anche sugli aspetti neuromotori,grazie alla musica e al fluire sapientemente strutturato dai processi energetici attivati.
Si è notato che, oltre alla danza vissuta dentro, anche l’osservazione di un altro soggetto che danza può suscitare processi interni simili alla danza vissuta in prima persona. Per questo l’operatore bio-psico-spirituale metodo Trasmuda®, ove è possibile, mette la sua danza al servizio del paziente.


TRASMUDA® - TEST Si tratta di un test specifico che raggruppa nei suoi item anche alcuni parametri di altri test utilizzati e validati (UPDRS: Unified Parkinson’s Disease Rating Scale; LSI: Life Satisfaction Index; Tinetti del Cammino e dell’Equilibrio; HADS: Hospital Anxiety and Depression Scale; PDQ 39 DS-DAT- Six Items), ampliandone la lettura dal piano motorio al piano esistenziale, energetico e spirituale. I test scientifici in uso corrente nella clinica della riabilitazione, si considerano utili a valutare l’aspetto cognitivo e funzionale del movimento. Con la danzaterapia Trasmuda® si aggiungono altre componenti quali il coinvolgimento interiore e quindi la motivazione affettiva al movimento e il processo energetico che la musica e l’emozione producono, anche in modo inconsapevole, a livello bio-psico-spirituale; diventa necessario quindi utilizzare un test più specifico per la valutazione dei miglioramenti, come il TRASMUDA® - TEST.
Gli aspetti motorio, energetico e esistenziale si considerano nel metodo Trasmuda® interdipendenti e si affrontano per questo simultaneamente. Essi sono considerati la manifestazione di ciò che accade a livello bio-psico-spirituale.

MODALITA’ DI RILEVAZIONE è possibile effettuare la rilevazione degli item del TRASMUDA® - TEST in 2 differenti modi:
1- in un setting specifico.
Per effettuare la valutazione in un setting specifico si invitano i pazienti del gruppo da valutare a 1 o 2 sessioni di Trasmuda®, che conterranno le proposte di movimento scelte e assemblate in funzione degli ITEM da valutare anzichè secondo un processo energetico rivolto agli obiettivi specifici di riabilitazione.
2- durante le sessioni di Trasmuda® osservando il paziente fuori da un contesto di prova.
Questa seconda modalità è la più utilizzata in Trasmuda®, poichè consente di iniziare fin dal primo incontro l’attivazione degli obiettivi riabilitativi.
Il paziente verrà osservato durante l’attività di gruppo, senza alcuna situazione di prova e potrà giovarsi di proposte di movimento che seguono da subito il flusso energetico più idoneo al suo miglioramento. L’unico elemento a discapito di questa seconda modalità è il tempo: le proposte di movimento che costituiscono la Metodologia Trasmuda® e che possono creare un percorso sono tante e varie, pertanto la comparsa di quelle specifiche adatte a valutare i vari item durante le sessioni, potrebbe richiedere un arco di tempo più lungo (ad es. da 2 a 3 incontri).
Al fine di ottenere risultati obiettivi, si chiederà al medico curante di verificare che la somministrazione delle terapie farmacologiche sia sempre la medesima e negli stessi orari per tutta la durata del progetto.
Per la valutazione di ogni singolo item, in entrambe le modalità, vengono proposte ai pazienti diverse esperienza motorie specifiche con musica scelta secondo l’obiettivo.

Nei casi in cui il TRASMUDA® - TEST viene applicato a un gruppo di studio volto alla riabilitazione condotto secondo il metodo Trasmuda®, con utenti con ridotte capacità di movimento e/o non deambulanti, è possibile la valutazione anche escludendo alcuni item. All’inizio del progetto di studio verranno scelti un gruppo di item valutabili e comunque esaustivi rispetto al monitoraggio del miglioramento nel tempo delle qualità motorie e del globale benessere esistenziale del paziente
Per la valutazione vengono coinvolti 3 osservatori che rileveranno contemporaneamente su ciascun paziente i dati "alla cieca". Verranno considerati validi solo i dati che successivamente comparati, non si discosteranno fra loro più del 10%.
Si prevede che il test venga utilizzato da personale con formazione specifica in tecniche danza terapeutiche e/o di movimento espressivo oppure da volontari adeguatamente preparati.

ELEMENTI DI VALUTAZIONE (ITEM) Vengono elencati gli elementi di valutazione compresi nel test con la descrizione della loro proiezione esistenziale e della loro proiezione energetica (chakra di riferimento).
Per alcuni elementi di valutazione è stato necessario creare delle sottovoci specifiche che rispondessero in modo preciso ai criteri di valutazione.
In alcuni item viene indicata la proiezione esistenziale ed energetica nel caso di una presenza in eccesso di quella qualità motoria, mentre, per altri item, questa voce non compare perchè non si considera mai eccessiva la presenza di quella qualità del movimento.

PROIEZIONE ESISTENZIALE Per proiezione esistenziale si intende la qualità psicologica ed interiore che quel movimento stimola e possiede e che si riflette anche su quel piano. Tale aspetto si ritiene in Trasmuda® interdipendente rispetto all’integrazione bio-psico-spirituale e in grado di modificare il modo di stare nella vita e quindi la sua qualità (per esempio: camminare è un atto motorio che si può leggere come espressione del desiderio e del modo di avanzare nella vita) e che rispecchia anche slancio vitale, equilibrio energetico, stato dell’umore e aderenza a un significato rispetto al cammino della propria vita (ambito noetico/spirituale).

PROIEZIONE ENERGETICA La proiezione energetica si riferisce alla possibilità che la musica e il movimento hanno di stimolare, insieme al piano emotivo e sensoriale, anche l’energia vitale e spirituale all’interno del corpo fisico, dei suoi organi e nel campo energetico (aura) che circonda ogni persona.
Già la Bioenergetica negli anni ’20, con Wilhelm Reich (allievo di Freud) descriveva l’energia orgonica come un flusso che si muove insieme all’emozione dentro ed intorno al corpo. Tale movimento energetico si è dimostrato nella pratica in grado di influenzare, attraverso i chakra, i tre sistemi di autoregolazione organica interna (Sistema Nervoso, Sistema Endocrino, Sistema Immunitario) riequilibrandoli.
La qualità della musica (suoni, frequenze, ritmi, melodie), delle emozioni suscitate e dell’energia sviluppata nel movimento si collocano, nella metodologia Trasmuda®, all’interno del sistema di lettura dei chakra specificando così, in modo chiaro, la loro azione terapeutica. Il sistema di lettura dell’evoluzione umana e della salute attraverso i chakra è nato in India più di 5000 anni fa. Recentemente è stato riscoperto dalla Medicina Olistica e ampliamente utilizzato dalla Medicina Psicosomatica e dalla PNEI (Psico Neuro Endocrino Immunologia).
La consapevolezza dell’aspetto energetico nel condurre l’esperienza di movimento con i pazienti aggiunge nuove possibilità riabilitative e una particolare chiarezza del processo di miglioramento.
Rispetto agli item scelti per il test di valutazione, la proiezione energetica indica i chakra coinvolti che possono essere carenti, in eccesso o in disequilibrio.

CRITERI DI VALUTAZIONE
4 – molto qualità motoria ben evidente
3 – abbastanza qualità motoria abbastanza presente ma che necessita di rinforzo
2 – poco qualità motoria sporadicamente presente
1 – pochissimo qualità motoria raramente presente
0 – nulla qualità motoria assente

© 2010 tutti i diritti riservati


Ultimo aggiornamento Martedì 24 Aprile 2012 09:43